Cacio e pepe nel cartoccio

Vegetariano
20 min
Facile

A Roma sulla “Cacio e Pepe nun se scherza” ; nasce come piatto della transumanza quando i pastori dell’Agro Pontino portavano nella bisaccia cacio, un po’ di pepe e degli spaghetti fatti a farina. Per prepararlo ci vuole una pasta che esalta il condimento e IL TONNARELLO trafilato al bronzo è l’ideale. Bisogna aggiungere poco sale all’acqua di cottura perchè il pecorino è già molto salato e attenzione a scolare molto bene la pasta, non deve restare acqua di cottura quando la aggiungeremo alla famosa cremina! 

Dalla cucina di Alessandro Borghese Kitchen Sound “Cacio e Pepe nel cartoccio” un piatto della tradizione in versione da passeggio e “bono da morì”!

  • 400 g

    di tonnarelli

  • 200 g

    di pecorino romano grattugiato

  • 10 g

    di pepe nero

  • Sale grosso q.b.

  • Parmigiano grattugiato q.b.

  • Acqua q.b.

Pasta consigliata per questa ricetta

In alternativa puoi usare:


Preparazione

Portate a bollore l’acqua per la pasta, aggiustate di sale e calate i tonnarelli.

A parte, grattugiate il parmigiano e incorporatelo al pecorino. Aggiungete il pepe macinato e 1 o 2 mestoli di acqua di cottura mischiata con acqua a temperatura ambiente. Amalgamate bene il tutto aiutandovi con una frusta fino a creare una crema.

Scolate la pasta e mantecatela con la crema. Gustate la cacio e pepe in porzione abbondante!

Ricette simili

La linguina con il pesto alla trapanese


Daniela Dal Ben

30 min
Facile

Mafalde in fricassea di asparagi


Chiara Rozza

20 min
Facile

Bucatini alle erbe


Chiara Rozza

20 min
Media