Spaghetti con salsa al finocchietto selvatico, colatura di alici di Cetara e briciole croccanti di cialda al nero di seppia

Pesce
12 min
Media

Un primo piatto dal sapore deciso, ma fresco grazie al finocchietto. Una raccomandazione importante è quella di ricordarsi di non salare mai l’acqua della pasta quando si utilizza la colatura di alici, poiché quest’ultima è molto salata. Io ho utilizzato una cialda croccante di riso al nero di seppia, negli ingredienti trovate tutto il procedimento, ma se volete potete tranquillamente ometterla, la sua preparazione necessita di molto tempo, solitamente io ne preparo un discreto quantitativo il giorno prima e una volta raffreddata la spezzo e la conservo in un contenitore ermetico per diversi giorni. In alternativa potete completare il piatto con dei pinoli tostati oppure con dei taralli sbriciolati.

Tempo di cottura se decidete di preparare anche la cialda: circa 4 ore.

Ricetta di

Elisa Bellacomo
  • 320 gr

    di spaghetto Pasta Armando

  • 200 gr

    di finocchietto selvatico

  • 7 cucchiai

    di olio extravergine di oliva

  • 7 cucchiai

    di colatura di alici di Cetara

  • Per decorare:

  • cialda al nero di seppia sbriciolata

  • un ciuffetto di finocchietto

  • 8

    petali di fiori eduli (violette gialle 2 petali da disporre in cima ad ogni piatto)

  • Per la cialda di riso al nero di seppia:

  • 100 gr

    di riso

  • 5 gr

    nero di seppia

Pasta consigliata per questa ricetta

In alternativa puoi usare:


Preparazione

Per la cialda di riso al nero di seppia:

Stracuocere il riso con un pizzico di sale grosso (20/25 minuti) una volta cotto aggiungere il nero di seppia e frullare con un mixer ad immersione. Stendere il composto su una teglia rivestita con un foglio di carta forno, formando uno strato piuttosto sottile con l’aiuto di una spatola.

Cuocere a 90º per circa 3 ore. Lasciate raffreddare e spezzettate a piacere (sono ottime anche da sgranocchiare così).


Procedimento:

Portare ad ebollizione l’acqua (non salare l’acqua) e cuocere gli spaghetti per il tempo necessario.

Lavare sotto acqua corrente il finocchietto, inserirlo nel bicchiere del mixer insieme all’olio d’oliva, frullare col mixer ad immersione. Aggiungere la colatura di alici e emulsionare per qualche istante. Scolare gli spaghetti e condirli a fuoco spento con l’emulsione al finocchietto.

Disporre al centro del piatto gli spaghetti (arrotolarli con l’aiuto di una pinza e di un mestolo da cucina) e decorare a piacere con la cialda al nero di seppia sbriciolata, il finocchietto ed i petali di fiori eduli.

Servire immediatamente.

Ricette simili