Calamarata con calamari e piselli al limone

Pesce
18 min
Media

Un piatto dal profumo di mare, dagli abbinamenti inconsueti, ideale per dare un tocco di originalità ad eventi importanti o semplicemente ad un pranzo domenicale. La calamarata fa da protagonista, rende, infatti, ogni sapore ricco ed intenso. Calamari, piselli, vino bianco, paprika dolce e limone si amalgameranno alla perfezione al tipo di pasta selezionato, rendendo il tutto un’esplosione di gusto.

Ricetta di

Ada Parisi
  • 350 g

    di Anelli o Paccheri

  • 6

    calamari piccoli

  • 200 g

    di piselli

  • 1

    scalogno

  • 1 spicchio

    di aglio in camicia

  • Prezzemolo q.b.

  • Scorza di limone q.b.

  • 1 pizzico

    di paprika dolce

  • 1 pezzetto

    di peperoncino

  • 8 cucchiai

    di olio extravergine

  • 2 cucchiai

    di concentrato di pomodoro

  • 150 ml

    di brodo vegetale

Pasta consigliata per questa ricetta

In alternativa puoi usare:


Preparazione

Pulite, lavate e asciugate i calamari, tagliateli a rondelle non troppo sottili e dividete le codine in due. Tritate finemente lo scalogno ed il prezzemolo. Mettete in una padella l’olio e l’aglio in camicia, facendolo soffriggere senza prendere colore. Rimuovete l’aglio e unite la cipolla, fate rosolare a fuoco basso finché non diventa morbida e aggiungete il concentrato di pomodoro. Quando il concentrato si sarà amalgamato all’olio e alla cipolla, alzate il fuoco unendo il peperoncino ed i calamari: fateli rosolare con cura, sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare la parte alcolica. Controllate sale e pepe, aggiungendo paprika e prezzemolo. Unite un po’ di brodo, mettete il coperchio alla pentola e lasciate cuocere a fuoco medio per 10 minuti circa, poi aggiungete i piselli e cuocete per altri 10 minuti. A questo punto i calamari saranno cotti e teneri: se il sugo risulta troppo lento, alzate il fuoco e fate addensare la salsa per qualche minuto; se al contrario risulta troppo denso, aggiungete un po’ di brodo. Successivamente, unite la scorza di limone grattugiata e mettete da parte. Lessate la pasta in abbondante acqua salata e scolatela molto al dente, in modo da poterla mantecare per uno o due minuti con il sugo di calamari e piselli. Dopo una buona mantecatura, impiattate disponendo in modo casuale la calamarata, aggiungendo due codine per piatto. Inserite i piselli, il sugo, qualche foglia di prezzemolo e delle scorze di limone. Per l’impiattamento, andate di fantasia e servite questa delizia ai vostri commensali!

Ricette simili