Rigatoni con la pajata

Carne
150 min
Media

Dal film “Il Marchese del Grillo” di Mario Monicelli i “Rigatoni con la Pajata” di Chef Alessandro Borghese. La Pajata è l’intestino tenue del vitello da latte che contiene al suo interno “il chimo” la sostanza che conferisce il sapore al piatto. In cottura viene fatto un nodo alla pajata perchè i si gonfia e c’è il rischio di perdere tutta la parte saporita. 
Quando se scherza bisogna esse seri!

  • 400 g

    di Rigatoni

  • 250 g

    di pomodori pelati

  • 1

    Cipolla

  • 1

    Costa di sedano

  • 50 g

    di strutto

  • 1 bicchiere

    di vino bianco

  • 250 g

    Pajata

  • Pecorino romano q.b.

  • 1 mazzetto

    di prezzemolo

  • Mentuccia q.b.

  • Sale e pepe q.b.

Pasta consigliata per questa ricetta

In alternativa puoi usare:


Preparazione

Preparate un fondo di sedano e cipolle tritati grossolanamente. Aggiunete lo spicchio d’aglio in camicia, lo strutto e procedete con la rosolatura.

A parte legate con uno spago da cucina la pajata, precedentemente pulita, evitando che il suo latticello fuoriesca. Unitela al soffritto aggiustando di sale e pepe. Dopo circa 10 minuti sfumate con vino bianco e incorporate i pomodori pelati.

Cuocete per due ore a fuoco lento.
Portate ad ebollizione l’acqua per la pasta aromatizzandola con il prezzemolo.
Una volta che si è ristretto il sughetto, tagliate la pajata a pezzettini.
Scolate la pasta e incorporate il sugo mantecando con del buon pecorino romano.

Impiattate i rigatoni con la pajata cospargendoli con del pecorino romano grattugiato e qualche foglia di mentuccia.

Ricette simili