Categorie

Archivio

Il contratto di filiera «Armando» cresce e supera quota 12mila ettari

13 Nov 2017

Si è rinnovato presso lo stabilimento De Matteis Agroalimentare l'appuntamento con «IncontrArmando», la convention annuale organizzata dal Pastificio e Mulino campano in collaborazione con Syngenta allo scopo di incontrare gli agricoltori e gli stoccatori che aderiscono al patto di filiera Armando, il protocollo innovativo per la produzione di una pasta di alta qualità 100% da grano duro italiano. Giunto alla settima edizione, «IncontrArmando» ha visto la partecipazione di centinaia di agricoltori da nove regioni italiane, rappresentanti delle istituzioni e della ricerca per un momento di confronto sui temi più attuali della filiera cerealicola italiana. Un'occasione per accrescere le proprie competenze e confermare la collaborazione tra impresa e agricoltura che il pastificio De Matteis promuove da anni.

I risultati della campagna 2016-2017 si preannunciano più che positivi per il Mondo agricolo e l'industria della trasformazione che si riconoscono nel patto di filiera Armando. Rispetto alla convention 2016, infatti, le aziende agricole aderenti sono passate da 653 a 795 (+22%). Risultano in crescita anche le superfici dedicate alla filiera, oggi distribuite in 21 Province di nove Regioni, portati dai 10.415 ettari del 2016 agli attuali 12.025 ettari (+15,5%). Le aziende di stoccaggio coinvolte, infine, sono passate da 33 a 34. Si tratta di dati che confermano l'inalterato dinamismo del progetto Armando in crescita costante da quasi sette anni, e la forte attrattivita di un patto di filiera tra industria e agricoltori dimostratosi capace di tutelare e valorizzare la cerealicoltura italiana di qualità fino a diventare un punto di riferimento.

Nato nel 2011, il progetto ha condotto alla realizzazione di Armando, primo marchio italiano di pasta secca prodotta esclusivamente con grano duro italiano coltivato nel rispetto del rigoroso disciplinare di produzione messo a punto da Syngenta per garantire il raggiungimento di un elevato contenuto proteico (143%) e un alto indice di glutine: caratteristiche basilari per la produzione di una pasta di alta qualità, genuina e che «tenga in cottura». Gli agricoltori che aderiscono al patto di filiera, inoltre, usufruiscono non solo dell'assistenza in campo di agronomi, ma anche dell'espressa garanzia che, al raggiungimento delle soglie di qualità previste nel contratto, De Matteis Agroalimentare acquisterà il loro raccolto a un prezzo minimo garantito, con premialità previste qualora le quotazioni di mercato risultino più favorevoli. In questi anni, combinando certezza di ricavi, migliori rese produttive (fino a +42%) e maggior redditività, il contratto di filiera Armando ha generato un clima di fiducia presso gli agricoltori aderenti, contribuendo al miglioramento economico, ambientale e sociale di molte comunità dell'Italia rurale.

È di un anno fa la ricerca della società Agri200 che conclude sostenendo che se la superficie mediamente coltivata a grano in Italia negli ultimi 6 anni avesse seguito il modello di filiera Armando, avrebbe prodotto un maggiore valore per le imprese agricole di oltre 1,5 miliardi di euro rispetto alla media di mercato dello stesso periodo. I lavori di «IncontrArmando» 2017 hanno evidenziato i punti di forza del progetto: non una semplice filiera ma un meccanismo virtuoso che produce risultati economici per le imprese agricole e un impatto positivo sul tessuto sociale, con l'obiettivo di ottenere un grano duro nazionale di alta qualità e quindi una pasta davvero genuina e sicura.

Come spiega Marco De Matteis, amministratore delegato di De Matteis Agroalimentare, «sin dall'avvio del progetto abbiamo voluto sostenere e valorizzare l'agricoltura italiana che rappresenta un enorme patrimonio di cultura e tradizione. La filiera Armando dimostra che coltivare grano duro di eccellente qualità è possibile in Italia, grazie all'impegno degli agricoltori e a sistemi virtuosi di cooperazione. L'unica forma efficace di tutela del mercato e di antidoto alle fobie ingiustificate è favorire la crescita dí accordi di filiera credibili perché realmente trasparenti».


Le rese in campo

+42

L'incremento medio delle rese produttive rispetto alla media nazionale per il grano duro coltivato secondo il disciplinare di qualità previsto dal contratto di filiera Armando promosso dal pastificio De Matteis in collaborazione con Syngenta Coinvolte 800 aziende con il gruppo Syngenta e il pastificio De Matteis


Coinvolte 800 aziende con il gruppo Syngenta e il Pastificio De Matteis


Articolo originariamente pubblicato a pagina 13 del settimanale Il Sole24Ore - Agrisole del 16/11/1017

Guarda il video dell’evento su youtube e scopri di più sulla filiera ARMANDO su www.migliorepasta.it


Utlime news